JIRA 7 a Bologna – Addendum

Addendum

A cornice dell’evento di presentazione di JIRA , che ho documentato in questo post, segnalo questo video che riassume un pò gli eventi della giornata 🙂

Advertisements

Un piccolo riassunto del 2015

Facciamo un bilancio di questo 2015

 

 

Come sempre, al termine dell’anno, si procede con un rito antico come il mondo: Si fa un bilancio di questo anno che è andato e si elencano i buoni propositi.

La prima cosa che abbiamo è una crescita molto importante del blog. Il numero delle visite è triplicato e abbiamo ricevuto complimenti da diversi produttori di addon, per le recenzioni e per gli argomenti trattati.

Siamo sempre più vicini ad un traguardo importante: Divenire, piano piano, un punto di riferimento per il mondo Atlassian, in italiano, cercando di fornire delle risposte a quesiti e questioni.

Tra le altre cose, siamo riusciti a raggiungere la partnership con la Atlassian, riconoscimento molto importante che mi da molti altri stimoli per esplorare ed anche imparare.

Buoni propositi per il 2016

Sicuramente intendo proseguire su questa strada, pubblicando ancora articoli su vari addon e proseguendo l’esplorazione su come sia possibile utilizzare questi strumenti anche per utilizzi non proprio esclusivi su IT.

Cercheremo anche di lavorare molto di più per il mondo Atlassian, dove sono sicuro che ci saranno grandi sorprese nel 2016.

Ringraziamento speciale

… a tutti i lettori del Blog, che il 2016 porti tantissime belle sorprese 🙂

Riassumendo?

WordPress mi aiuta nel fare un bilancio. Basta dare una occhiata a questo link.

Ultime news da Confluence

News su Confluence

In questo post andremo ad esaminare le ultime novità sul fronte Confluence

Andiamo in dettaglio

La prima cosa che segnaliamo è la nuova Dashboard di Confluence.

Abbiamo un nuovo restyling, che si adegua allo stesso stile seguito anche da JIRA.

La prima cosa che notiamo è la barra laterale, completamente ridisegnata, dove sono presenti le seguenti sezioni:

  • Discover, per selezionare quali aggiornamenti visualizzare, se tutti o quelli cosidetti popular;
  • My Work, da dove è possibile visionare il proprio lavoro su Confluence. Infatti qui troviamo i link per accedere direttamente a tali informazioni;
  • My Spaces, ovvero gli Space dove lavoriamo di più.

Se andiamo a selezionare la sezione My Work, come mostrato dalla precedente immagine, abbiamo la possibilità di poter visionare tutte le operazioni che abbiamo eseguito. Utile per riprendere il nostro lavoro 🙂

In aggiunta, possiamo aggiungere, in maniera più semplice, sia lo space che la singola pagina sui favoriti, come mostrato dalla precedente immagine

Conclusioni

Abbiamo delle piccole novità che ci aiutano nella vita lavorativa. Attendiamo le prossime news 🙂

 

 

http://blogs.atlassian.com/2015/12/confluence-dashboard/

elearning con Confluence

E-learning

In questo post andremo ad esaminare un aspetto molto importante, dove Confluence e JIRA possono essere usati per poter realizzare dei sistemi di E-learning. In questo post andremo ad esaminare come Confluence ci può aiutare. Nel prossimo post andremo ad esaminare JIRA.

Obbiettivo

Il nostro obbiettivo è quello di sfruttare Confluence e JIRA per realizzare un sistema di E-learning, il tutto sfruttando le potenzialità standard di questi strumenti. Se ci teniamo sullo standard, possiamo anche realizzare il tutto anche su cloud.

Come?

Come utilizziamo questi strumenti? Indubbiamente sfruttiamo le potenzialità di Confluence per realizzare le pagine dove andremo a riportare tutte le nostre nozioni. Ma non solo. Non vogliamo solo mettere delle pagine statiche. Vogliamo anche impostare delle parti multimediali. In questo caso possiamo inserire dei contenuti multimediali, attraverso il widget macro

Attraverso questa macro possiamo aggiungere tanti contenuti multimediali, ma (e qui lo ribadisco ben bene) questi contenuti devono stare su server remoti. Ad esempio: possiamo aggiungere dei filmati di youtube, twitter, e tutte le indicazioni che sono riportate  nella pagina della manualistica.

Se vogliamo aggiungere dei filmati dimostrativi, che abbiamo a disposizione su di un nostro server locale, come possiamo fare? Pensate a questo. Se si tratta di filmati di una certa dimensione (100 Mb, o anche più, giusto per fare un esempio). Non li possiamo caricare sul canale di youtube della nostra aziendale. Se lo possiamo fare, non abbiamo più il problema.

In questo ci vengono in aiuto le User Macro. Un esempio lo trovate in questo blog in lingua inglese, dove l’autore spiega come realizzare questa soluzione. Altra soluzione è presente in questa pagina.

Segnalo anche questo blog, dove viene spiegato come realizzare una macro con l’obbiettivo di usare il tag HTML5 per poter avere dei video.

Ma non solo. Quello che dobbiamo realizzare è anche un percorso di lettura. La persona che deve studiare deve essere letteralmente guidata nella fase di apprendimento.

Questa è la parte più importante ma anche la più difficile. Come possiamo realizzarlo? Gliffy ci può aiutare in questo.

Questo addon, di cui abbiamo già parlato, ci consente di poter creare dei diagrammi collegati a pagine confluence, che ci aiutano a creare dei percorsi veri e propri, come mostrato nella seguente immagine.

questo ci aiuta notevolmente e, come mostrato, ci mette a disposizione un sistema per guidare per mano il nostro lettore.

In questo modo possiamo realizzare della documentazione che ci permette di creare dei percorsi di apprendimento molto importanti, il tutto con l’aggiunta anche di altri componenti.

Che altro?

Possiamo anche sfruttare Questions, che ci consente di poter realizzare dei siti dedicati allo scambio della conoscenza, come realizzato sul sito answer.

Benissimo. Ma cosa realizziamo con JIRA?

Con JIRA possiamo fare delle cose molto interessanti, ma le vedremo nel prossimo post 🙂

 

Starter Kit con JIRA

Starter Kit in JIRA: Una nuova ipotesi

In questo post andremo a ipotizzare un utilizzo particolare di JIRA: Come strumento per gestire lo Starter Kit di un neoassunto. Abbiamo già trattato l’argomento in questo post, dove abbiamo visto come possiamo usare Confluence per gestire lo starter kit di un neoassunto. In questa ipotesi proviamo a vedere come possiamo usare i due prodotti integrandoli.

Di cosa abbiamo bisogno

Per questa soluzione abbiamo bisogno di :

  • Confluence. Sarà il nostro repository dei dati;
  • JIRA CORE. Sarà la novità, che andremo a descrivere di seguito nel dettaglio. Lo useremo come workflow avanzato per far eseguire dei passi prestabiliti al neoassunto/a;
  • Possiamo anche includere degli addons, per aiutarci ulteriormente. Uno di questi è QUESTIONS, che sicuramente ci può aiutare  per realizzare un minisito di conoscenza per aiutarci nel nostro lavoro.

 

In cosa consiste la soluzione?

Tenendo sempre a mente l’obbiettivo di mettere il neoassunto in condizione di poter essere operativo, su determinate mansioni il prima possibile, quello che si può fare, è di mettere a disposizione dei documenti in cui c’è specificato ciò che serve:

  • ferie, permessi e quanto altro
  • come fare per …..
  • Modulistica
  • organigramma
  • informazioni utili sul lavoro che il neoassunto dovrà svolgere
  • sito aziendale e intranet interna
  • altre informazioni…

Questo lo abbiamo indicato in un nostro precedente post. Tuttavia presenta dei limiti. Anche se si legge un testo di una pagina, un documento o altro, ma poi siamo veramente sicuri che il neoassunto arriva a comprendere tutto o quanto meno …. le basi? Non per considerare i neoassunti come dei fannulloni. Tutt’altro. CI sono passato anche io e leggere dei documenti non sempre aiuta.

Possiamo però rendere più interessante fare altro. Aggiungiamo JIRA 🙂

Mi spiego meglio. Se aggiungiamo JIRA, possiamo creare un …. percorso ben definito che funga da addestramento per il neoassunto. Ne abbiamo già accennato in questo post, dove usavamo JIRA per poter gestire i compiti degli studenti e si metteva a disposizione dell’insegnante uno strumento per poter eseguire le verifiche. In questo modo diamo opportunità al neoassunto di capire l’azienda, in un modo semplice e, se vogliamo, divertente, insegnargli il tutto per poter imparare le procedure dell’azienda. In aggiunta, questo percorso forzato lo aiuta a meglio memorizzare il tutto :-). In aggiunta, si crea una checklist di ingresso ben strutturata.

Questo ultimo punto è molto importante. Anche se legge dei documenti, per quanto completi ben realizzati e completi, possono anche risultare asettici e di difficile apprendimento. Questo aiuta anche a creare dei percorsi mentali per arrivare a comprendere meglio le informazioni base. Creando una buona fondamenta, la persona si integra meglio nel gruppo di lavoro e nell’azienda e, non meno importante, lavora meglio.

Conclusioni

In questo post abbiamo introdotto un argomento molto interessante, dove possiamo vedere che un uso combinato di due strumenti può aiutare una azienda ad integrare i neoassunti. Questo è sicuramente importante per una azienda: Si tratta di un buon biglietto da visita 🙂 . Sicuramente un neoassunto sarà più invogliato a lavorare in una azienda dove viene …. accolto e guidato, piuttosto che da una azienda che lo isola e lo ….. fa leggere una mole infinita di documenti :-P.

 

 

 

JExcel – Prova su strada

Prova su strada

In questo post andremo a vedere la prova su strada di questo addon, descritto in questo post.

Installiamolo

JEXCEL-02-01Come siamo abituati, cerchiamo il nostro addon sulla sezione Addon del COG menù. Come mostrato dalla precedente immagine, lo andiamo a cercare e subito possiamo installarlo. Da tenere sempre a mente che tutti gli addon rintracciati sono quelli COMPATIBILI con la versione di JIRA che abbiamo. Selezionando il tasto Install facciamo partire l’installazione, come mostrato nella seguente immagine:

Jexcel-02-02

In automagico, viene eseguito il download dell’addon:

jexcel-02-03

Al termine del download, sempre in automagico, parte l’installazione che, come mostrato nella immagine seguent:

jexcel-02-04

l’installazione si conclude abbastanza velocemente, dato che l’addon (al momento in cui viene scritto l’articolo) è FREE.

jexcel-02-05

A questo punto, come sempre, passiamo alla fase di configurazione dell’Addon, che come possiamo vedere nella seguente immagine, è molto semplice:

jexcel-02-06Vediamo che l’unica configurazione richiesta è lo stabilire quali gruppi JIRA può usare l’addon.

Test Test Test Test Test Test

Iniziamo ad usare l’addon. Per accedere alla funzionalità abbiamo un comodo menù come mostrato in figura:

jexcel-02-07

Selezionando la voce del menù Open, entriamo nel vivo 🙂

 

jexcel-02-08

A questo punto, probabile che l’addon stesso, per aiutarci nell’apprendere come si utilizza, ci proponga una serie di aiuti, wizard ed altro, che ci mostrano il funzionamento. Per il momento li salteremo ed andremo direttamente al sodo, andando a creare un nuovo workbook.

jexcel-02-10

Viene richiesto, come mostrato dalla precedente immagine, in che cosa consiste. Fondamentalmente viene generata un associazione con il progetto e, dopo una breve elaborazione, come mostrato dalla seguente immagine:

jexcel-02-11

si passa all’utilizzo vero e proprio. L’immagine seguente mostra il risultato 🙂

jexcel-02-12

Come indicato nel post di presentazione, abbiamo una trasposizione su Excel di JIRA. Possiamo generare delle Issue direttamente come se si trattasse di una nuova riga excel.

jexcel-02-13

Inoltre, come mostrato dalla seguente immagine

jexcel-02-14

disponiamo di un menù tasto destro del mouse per poter eseguire delle ulteriori operazioni.

Conclusioni

Abbiamo visionato uno strumento che effettivamente mostra le issue di JIRA come un foiglio Excel, consentendo di poter eseguire delle operazioni tali (copia, incolla, etc) . Questa può essere sicuramente una modalità di utilizzo di JIRA.

 

https://marketplace.atlassian.com/plugins/com.moresimp.jexcel/server/overview

 

Solita prova su strada.